martedì 13 dicembre 2011

TI SCRIVO





Ti scrivo da vicino, come se la mano

ti fosse oggetto breve affiorato,

come se dalla strada ti arrivasse

la piccola certezza per l'acquisto

dei minuti seguenti. Da vicino

come il sole, come la cicala.

Come un silenzio pieno

che ti venisse agli occhi di mattina

e amarti fosse l'abito

scelto al cominciare del giorno.



(Pedro Tamen, da Scritto a memoria)

1 commento:

Stefania ha detto...

che dolcezza...