lunedì 19 aprile 2010

IL DESTINO DEL POETA




Parole? Si, di aria
e nell'aria perdute.
Tu lascia che mi perda tra parole,
lasciami essere aria su labbra,
un soffio vagabondo senza sagoma,
breve aroma che l'aria fa svenire.

Anche la luce in se stessa si perde.

(Octavio Paz,)

1 commento:

Cicabuma ha detto...

Ciao Fausta,
un passaggio veloce per un saluto e un abbraccio in questo radioso lunedì mattina.
Francesca